Lago

www.lago.it

Categoria: Mobili smontati
Livello di automazione: Altamente automatizzato

Obiettivo

Migliorare l’aspetto dell’imballo, ottimizzare i costi di manodopera, aumentare la produttività fino a 3 pezzi al minuto ed automatizzare il processo di imballaggio che prima era completamente manuale.

Soluzione

Per aumentare la produttività a 3 pezzi al minuto (scatole F410), l’impianto è stato configurato come da immagine. Sono state previste 3 baie di approntamento carico con 3 operatori.

Moduli/Stazioni di lavoro

1Approvvigionamento scatole

Approvvigionamento scatole

L'impianto è composto da una macchina imballi mod. EVO equipaggiata con 6 magazzini di cartone e il dispositivo di evacuazione refili. La macchina provvede a produrre le scatole su misura che vengono lavorate dall'impianto

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

2Portale manipolazione scatole

Portale manipolazione scatole

Una volta prodotta la scatola, la stessa viene convogliata all’interno della FM410 tramite un manipolatore di trasferimento cartone, per eseguire le operazioni di formatura.

3Macchina formatrice FM410

Macchina formatrice FM410

Una volta che il cartone è stato prelevato, verrà posizionato su un dispositivo di centraggio ove un sistema meccanico provvederà ad allineare il cartone con la macchina di formatura.

La particolarità di questa stazione di formatura è quella di essere auto dimensionante, per cui non necessita di nessuna regolazione manuale da parte dell'operatore.

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

4Baie approntamento

Baie approntamento

L'impianto è dotato di 3 baie di approntamento collo. In questi banchi gli operatori riempiono i vassoi con i prodotti voluti e una volta che questi saranno riempiti, l’operatore dà il consenso alla scatola di andare sulla rulliera principale in modo da poter raggiungere la macchina di chiusura delle scatole CM410S. 

5Stazione di chiusura CM410

Stazione di chiusura CM410

I prodotti inseriti nelle scatole vengono convogliati verso al stazione di formatura CM410S.
La CM410S nasce con lo scopo di chiudere scatole del modello FEFCO 410. L’aletta longitudinale e i due lembi trasversali vengono sigillati con colla a caldo.
Le scatole chiuse correttamente lasciano la linea, mentre il sistema è già pronto per chiudere le successive. Questo permette di chiudere una scatola di dimensioni differenti dalle precedenti e tutte le scatole vengono chiuse automaticamente, SENZA INTERRUZIONI. 

VAI ALLA SCHEDA PRODOTTO

6Stazione di etichettatura

Stazione di etichettatura

Una volta ultimata la chiusura della scatola, questa viene convogliata a mezzo rulliera motorizzata in zona etichettatura dove una macchina auto-dimensionante applica l’etichetta ad angolo sulla parte superiore e laterale della scatola con tutti i dati richiesti.
La scatola terminata si sposterà nella zona di palettizzazione.
 

7Stazione di pallettizzazione

Stazione di pallettizzazione

Dalla postazione di prelievo, la scatola viene prelevata dal robot 6 assi di palettizzazione su rotaia.
A seconda del tipo di scatola questa potrà essere posta in verticale in una delle apposite ceste o palettizzata in una delle due rulliere disponibili.
Successivamente, attraverso varchi manuali, l’operatore potrà procedere allo scarico delle zone.

Dati tecnici

  • F410
  • Flessibilità
  • 3 pz./min
  • MASSIMO: L 3000 X W 1200 X H 150
    MINIMO: L 400 X W 220 X H 30
  • 3 Operatori