Guarda il video
Guarda il video

Denso

www.denso.com

Categoria: Automotive
Livello di automazione: Altamente automatizzato

Obiettivo

1. Rendere più efficiente il processo di imballaggio che prima veniva effettuato in maniera totalmente manuale.
2. ROI pianificato di cinque anni.
3. Ridurre drasticamente il quantitativo di scatole sovradimensionate per ottimizzare i volumi a magazzino e delle spedizioni.
4. Aumentare la produttività attuale di 600 pz al giorno.
5. Mantenere l'ottima qualità dell'imballo.

Soluzione

1. E' stato progettato un impianto ad alto livello di automazione. L'unica procedura manuale è l'inserimento del prodotto all'interno dell scatola, essendo molto particolare necessita di essere manipolato con molta cura.
2. ROI reale ottenuto in meno di due anni e mezzo.
3. Da 26 codici di scatole da adattare manualmente, l'impianto è in grado di produrre e gestire 2307 differenti misure di scatole.
4. Per mantenere la qualità dell'imballo l'impianto è stato equipaggiato con 2 macchine imballi: una dedicata alla produzione e formazione del vassoio che contiene il prodotto da imballare. La seconda produce l'imballo esterno. Questo permette una perfetta protezione del prodotto all'interno e il disegno creato su misura per il cliente ha permesso di mantenerne la buona qualità estetica.

Moduli/Stazioni di lavoro

1Approvvigionamento scatole

Approvvigionamento scatole

L'impianto è dotato di due macchine produzione imballi. 

La prima macchina è dedicata alla produzione del vassoio di cartone che conterrà il radiatore. Questo primo imballo viene realizzato per dare una certa stabilità, protezione e forma rettangolare al prodotto che verrà poi imballato all'interno di un'altra scatola. 

La seconda macchina imballi produce l'imballo esterno nel quale verrà posizionato il vassoio contenente il prodotto.

2Stazione di formatura scatole

Stazione di formatura scatole

In uscita alla prima macchina imballi è stata installata una stazione di formatura vassoi automatica, dotata di chiusura falde con colla hotmelt.

In uscita a questa stazione troviamo un tappeto motorizzato che convoglia il vassoio alla stazione operatore. 

3Stazione accoppiamento

Stazione accoppiamento

Successivamente alla prima macchina imballi, è presente una postazione adibita all’inserimento manuale del prodotto all’interno del vassoio, con propri terminale e scanner manuale per la gestione dei cambi dimensionali dei lotti in lavoro. Dopo l’inserimento del prodotto il collo viene reggettato automaticamente e perviene alla stazione di accoppiamento con l'imballo esterno.

In questa seconda stazione di accoppiamento, un Robot antropomorfo preleva il vassoio regettato lo posiziona sopra l'imballo esterno prodotto dalla seconda macchina imballi. 

4Stazione di formatura e chiusura imballi

Stazione di formatura e chiusura imballi

Successivamente alla stazione di accoppiamento con Robot è presente la sezione automatica per il risvolto e la chiusura dell’imballo esterno, suddivisa in una prima sezione composta da due stazioni per la formazione e l’incollaggio nel senso longitudinale e una seconda sezione composta da due stazioni la chiusura e l’incollaggio delle 4 falde di testa.
 

Dati tecnici

  • Scatola tipo F410 customizzata
    Scatola tipo F300 customizzata
  • Flessibilità
  • 5 pz/min a lotti
    4 pz/min in flessibilità
  • MINIME: L 300 X W 250 X H 110
    MASSIME: L 1200 X W 1000 X H 300
  • 1 Operatore